martedì 26 febbraio 2013

Risposta ad Antonella

Sento il bisogno di fare alcune precisazioni, in risposta al commento di Antonella al post precedente.

Credo di essere una persona profondamente democratica e, pur votando evidentemente sinistra, rispetto le persone che hanno un pensiero politico diverso dal mio. Resto nel rispetto anche di fronte a persone che hanno valori diversi dai miei. Stimo politici chiaramente di destra, dei quali non condivido praticamente nessun valore, se non il rispetto che hanno delle persone e del compito che è stato loro affidato. Li rispetto per la serietà con cui svolgono il proprio lavoro. Governare una nazione è una missione importante che richiede grande serietà. Governare una nazione significa mettersi al servizio di un Popolo.
Ascolto volentieri politici di altre aree per capire le loro ragioni, do a ognuno la possibilità di convincermi delle sue idee. Non credo di essere una persona chiusa ad altri pensieri. Questo sia per quanto concerne l'Italia, sia per quanto concerne la Svizzera.

Detto questo, voglio dunque precisare che, riguardo all'esito del voto in Italia, ognuno è libero di dare il voto a chi vuole, come dice Antonella, siamo in una democrazia.
Io posso capire che qualcuno abbia votato Monti perché comunque ha intravisto in lui la serietà, la volontà di salvare il Paese, ecc. posso capire che qualcuno abbia votato Grillo come forma di protesta, per il bisogno di innovazione, come messaggio di rabbia. Posso anche capire il voto alla Lega per chi si sente rappresentato da quella corrente di pensiero e nonostante i problemi emersi al suo interno negli ultimi mesi. Ognuno può sbagliare e non si deve fare di tutt'erba un fascio...

MA NON POSSO CAPIRE che qualcuno voti ancora Berlusconi. Non posso proprio. Perché a mio avviso non è un politico serio e professionale nel suo lavoro. È un personaggio che fa della demagogia, che fa promesse di basso livello e indegne di un popolo intelligente, è un personaggio che ha reso ridicola l'Italia all'estero. Che ha fatto leggi a suo solo vantaggio e che non ha nulla da dare all'Italia. Non è di certo una persona democratica. È un pessimo esempio per ogni giovane e non sarà mai in grado di riportare l'Italia a un buon livello di vita e di vivibilità.

Questa è la mia opinione personale ed è in seguito a questa mia opinione che ieri ho espresso il mio sconforto, la mia indignazione, la mia incredulità.

Mi dispiace che ora il paese si trovi in una posizione se possibile anche più difficile di prima, che le persone in difficoltà continueranno ad esserlo, mi dispiace che per l'Italia non si prospetti finalmente una via d'uscita, che i giovani resteranno disoccupati, che la gente sarà ancora una volta delusa. Come lo sono io.


12 commenti:

  1. Condivido le tue antipatie politiche, hai espresso il tuo parere in maniera assolutamente rispettosa.

    RispondiElimina
  2. Ciao Cinzia, addirittura un post...Non voglio assolutamente innescare nessuna polemica proprio perchè credo che tutti sono liberi di pensare quello che vogliono e di essere rispettati....meno quel 30% di persone non pensanti, che non hanno capito niente e che hanno votato per il centro destra...
    Ciao, buona serata, Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Antonella, non il centro destra... Berlusconi... che è un'altra cosa!

      Elimina
    2. Sì capisco cosa intendi, ma alla fine è la stessa cosa siamo persone che comunque abbiamo scelto Berlusconi, non siamo poche tutt'altro, e ritengo che non sia giusto etichettarci come persone che non pensano e che non hanno capito, abbiamo fatto una scelta che va rispettata come io rispetto le scelte degli altri, non mi sognerei mai di dire che chi la pensa diversamente da me su un'idea o su una persona è una testa non pensante.
      Spero di non aver urtato nessuno.
      Ciao, Antonella

      Elimina
  3. Sono l'onestà. lo spirito di servizio, la lungimiranza, il rispetto delle persone in difficoltà e la valorizzazione delle persone capaci che si chiede a chi si propone di governare, poi che sia destra, sinistra, sopra sotto non importa.
    Se ci sono questi valori allora POI si può scegliere in che direzione andare e solo a questo punto può esserci realmente democrazia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo Nik! Ed è questo che manca!

      Elimina
  4. Penso che quelli che votano Berlusconi siano veramente convinti di cose che evidentemente noi che non l'abbiamo votato non condividiamo per niente, come promettere di restituire l'IMU con i nostri soldi, di portarci in giro per il mondo come se fossimo tutti buffoni, non uno solo, come se anche fossimo tutti ignoranti delle leggi dello stato e della costituzione tanto da volerla cambiare e svuotare di senso ad ogni piè sospinto, come dire la mattina una cosa e la sera il contrario... eccetera . Ho scritto diversi post lo scorso anno su Ercolinosempreinpiedi, alias Silvio, e li condivido tutti ancora.Mi servono per ricordare cosa ha combinato il centro destra. No, Berlusconi non si può condividere in nessuna sua parte. Men che meno votare. Comunque penso anche che il web è tanto grande , ci sono molti posti dove lo osannano, c'è tanto spazio là...è che ieri e oggi non mi sento tanto democratica, io. Abbi pazienza, Cinzia.

    RispondiElimina
  5. Cara Vitamina, c'è spazio anche per chi in questo momento non si sente democratica.... ma io so che lo sei nel cuore. è la testa che in questi frangenti non riesce ad accettare la realtà... è così anche per me.

    RispondiElimina
  6. Io sono sgomenta, e profondamente triste, se penso al futuro mi viene da piangere, se penso ai miei figli ho voglia di scappare e farli scappare, quando loro mi chiedono spiegazioni non riesco a darne senza sgretolare quel poco di fiducia che sarebbe giusto lasciar loro coltivare per il futuro.
    Ma d'altra parte questa è la democrazia, ogni cittadino è libero di scegliere, gli italiani lo hanno fatto: evidentemente questa situazione è ciò che l'Italia deve avere in questo momento. Nel nostro inno nazionale si recita " ...Noi siamo da secoli Calpesti,derisi,Perché non siam popolo, Perché siam divisi ..." ... e così è ... abbiamo molta strada da fare ...

    RispondiElimina
  7. @Emanuela: ti capisco, io sono contenta di essere qui. anche se i problemi non mancano. e parte di questi problemi sono causati dalla situazione italiana. complice il governo svizzero, molte aziende italiane si stanno trasferendo in Ticino portandosi dietro manodopera a basso costo. questo per noi significa un forte abbassamento dei salari e per noi che viviamo qui, non accettabili. ci sono stati casi in cui i lavoratori frontalieri hanno accettato stipendi che in ticino non bastano nemmeno a pagare l'affitto di un appartamento di 4 posti...
    io capisco chi non ha niente e accetta a qualsiasi condizione. ancora una volta la responsabilità maggiore è dei governi.

    RispondiElimina
  8. Liebe Cinzia
    Vielen Dank für Deinen lieben Kommentar auf meinem Blog.
    Ich wünsche Dir eine gute Restwoche mit ganz viel Sonnenschein.
    Herzlichst grüsst Dich Yvonne

    RispondiElimina
  9. Da bin ich ganz deiner Meinung was Herr Berlusconi betrifft. Überhaupt finde ich, dass so alte Politiker nicht mehr gewählt werden dürften, und nach einer gewissen Regierungszeit einfach Schluss sein sollte und keine Wiederwahl von Gesetz wegen erlaubt ist. Sonst gibt es immer wieder den einen oder anderen, der sich als kleiner oder grosser allmächtiger König in Szene setzen möchte.

    Ich war sehr glücklich als in der Schweiz ein gewisser Politiker mit solchen Tendenzen im Bundesrat abgewählt wurde.
    Liebe Grüsse
    Elfe

    RispondiElimina